Repubblica Italiana
            Regione Siciliana
                       
Ufficio legislativo e legale
Via Caltanissetta 2/e (Palazzo Florio)
 90100 - Palermo    Tf. 091 6964806


Gruppo    V                        /277.98.11

OGGETTO: Associazione "XXXX" - Convenzione con il Comune di M... per il trasporto di soggetti portatori di handicap.

   
   
   
                                                   Assessorato regionale
                                                   enti locali
                                                   Direzione affari sociali
                                                   P A L E R M O
   
               1. Ai sensi dell'art.10 della l.r. 7 giugno 1994, n.22, "la Regione, gli enti locali e gli enti pubblici istituzionali e territoriali della Regione possono, nell'attuazione delle proprie finalitÓ, stipulare convenzioni con organizzazioni di volontariato iscritte nel registro generale da almeno sei mesi, per lo svolgimento di servizi che non abbiano carattere sostitutivo di quelli di competenza degli stessi enti pubblici".
               Al riguardo codesto Assessorato, con la lettera in riferimento, pone all'Ufficio il quesito se debba considerarsi "sostitutivo", ai fini della citata disposizione regionale, il "servizio trasporto portatori di handicap" oggetto della convenzione all'uopo stipulata fra il Comune di M... e l'associazione "XXXX".
               Nella richiesta di avviso codesto Assessorato esprime orientamento negativo in ordine alla legittimitÓ della predetta convenzione.
   
               2. L'allegato alla l.r. 28 marzo 1986, n.16 (Piano di interventi in favore dei soggetti portatori di handicap ai sensi della l.r. 18 aprile 1981, n.68) dispone - per quanto qui interessa - che "i comuni, sulla base delle indicazioni delle unitÓ sanitarie locali, organizzano il servizio unico di trasporto gratuito per i soggetti portatori di handicap, sia per la frequenza degli asili-nido, della scuola di ogni ordine e grado e dei corsi di formazione professionale, che per la fruizione dei servizi riabilitativi dell'unitÓ sanitaria locale e di ogni altro tipo di servizio in favore dei soggetti portatori di handicap".
               Sempre in tema di mobilitÓ e trasporto di handicappati, l'art.26 della legge 5 febbraio 1992, n.104, dopo avere affermato, al primo comma, la competenza delle regioni a disciplinare gli interventi dei comuni volti a "consentire alle persone handicappate la possibilitÓ di muoversi liberamente sul territorio", stabilisce al secondo comma che gli stessi comuni "assicurano, nell'ambito delle proprie ordinarie risorse di bilancio, modalitÓ di trasporto individuali per le persone handicappate non in grado di servirsi dei mezzi pubblici".
               Premesso ora che non pu˛ dubitarsi dell'applicabilitÓ nella nostra Regione della disposizione appena citata, anche perchŔ inserita in una legge statale che all'art.2 afferma il proprio carattere di riforma economico-sociale della Repubblica, va immediatamente rilevato che essa attribuisce ai comuni proprio lo stesso servizio oggetto della convenzione de qua; la quale, infatti, affida all'associazione "XXXX" precisamente "il servizio di trasporto per gli invalidi non deambulanti nel territorio comunale" di M... Senza dire che quest'ultimo servizio rientrerebbe comunque nella competenza comunale ai sensi della l.r. n.16/1986, il cui allegato - pure sopra citato - attribuisce anch'esso ai comuni la competenza in questione, peraltro qui non limitata agli handicappati non deambulanti.
 Pertanto si ritiene di poter condividere l'opinione di codesto Assessorato che il servizio in considerazione non possa costituire oggetto di convenzioni con le organizzazioni di volontariato.
               A termini dell'art.15 del regolamento approvato con D.P. Reg. 16 giugno 1998, n.12, lo Scrivente acconsente alla diffusione del presente parere in relazione ad eventuali domande di accesso inerenti il medesimo.
               Codesta Amministrazione vorrÓ comunicare, entro novanta giorni dalla ricezione, l'eventuale possibilitÓ che il parere stesso inerisca una lite, ovverso se intende differirne la pubblicazione sino all'adozione di eventuali provvedimenti amministrativi. Decorso tale termine senza alcuna comunicazione in tal senso si consentirÓ la diffusione sulla banca dati "FONS" giusta delibera di Giunta regionale n.229 dell'8 luglio 1998.
   
   

Regione Siciliana - Ufficio legislativo e legale
Ogni diritto riservato. Qualunque riproduzione, memorizzazione, archiviazione in sistemi di
ricerca ,anche parziale, con qualunque mezzo, è vietata se non autorizzata.
All rights reserved. Part of these acts may be reproduced, stored in a retrieval system or
transmitted in any form or by any means, only with the prior permission.

Ideazione grafica e programmi di trasposizione © 1998-1999 Avv. Michele Arcadipane