Repubblica Italiana
            Regione Siciliana
                       
Ufficio legislativo e legale
Via Caltanissetta 2/e (Palazzo Florio)
 90100 - Palermo    Tf. 091 6964806


Gruppo     II                  233.98.11

OGGETTO: PossibilitÓ per un dirigente tecnico in servizio presso l'Ufficio del Genio civile di essere nominato esperto del sindaco.

   
   
   
                                                   ASSESSORATO REGIONALE
                                                   DEI LAVORI PUBBLICI
                                                               P A L E R M O
   
   
   
               1. Con la suindicata nota codesto Assessorato ha posto allo scrivente la questione in oggetto chiedendo in particolare se possa realizzarsi l'ipotesi di incompatibilitÓ tra l'espletamento dell'incarico di esperto del sindaco del comune di YYYYY e la funzione di dirigente tecnico in servizio presso l'Ufficio del Genio civile di ZZZZZ.
   
               2. L'accettazione della nomina di esperto del sindaco da parte di un dipendente pubblico, non pone, in via generale, problemi di incompatibilitÓ, ove l'espletamento dell'incarico non interferisca con i normali compiti del funzionario nominato e ove l'amministrazione di appartenenza provveda all'autorizzazione.
               Il caso prospettato da codesto Assessorato, tuttavia, presenta aspetti particolari, che richiedono un approfondimento al fine di stabilire se tra la posizione di dirigente "tecnico in servizio presso l'Ufficio del Genio civile e l'incarico di esperto del sindaco di un comune situato nella provincia di competenza del detto Ufficio sussista una delle situazioni di incompatibilitÓ previste dall'art. 5, commi 1 e 2, L.r. 19/97.
               In linea di massima si osserva che una parte non trascurabile delle funzioni istituzionali degli uffici del Genio civile (relazione sulla compatibilitÓ geologica degli strumenti urbanistici comunali ex art. 13 l. 64/1974, esame dei progetti di cantieri di lavoro ed alta sorveglianza sugli stessi, pareri tecnici sulle opere pubbliche ex art. 6 l.r. 35/1978 e succ. modif. etc.) interferisce indubbiamente sull'attivitÓ urbanistica ed edilizia dei comuni compresi nelle rispettive circoscrizioni provinciali.
               E' appena il caso di rilevare tuttavia che l'incompatibilitÓ cui pu˛ dare luogo la suddetta interferenza non si ricollega alla semplice situazione oggettiva dell'appartenenza dell'esperto del sindaco all'Ufficio periferico regionale, ma presuppone l'ulteriore condizione che l'impiegato svolga la sua attivitÓ con riguardo specificamente al comune presso cui dovrebbe espletare l'incarico. Solo in questo caso infatti pu˛ venire meno quell'imparzialitÓ che il legislatore regionale ha inteso tutelare sia con il comma 1, dell'art. 3 l.r. 22/1995, sub art. 5 l.r. 19/97 sia pi¨ in generale con il comma 2.
               Ne consegue che, qualora l'organizzazione burocratica dei gruppi o sezioni in cui Ŕ suddiviso l'Ufficio di che trattasi sia basata su criteri di ripartizione territoriale di carichi di lavoro, l'incompatibilitÓ sussisterebbe solo nel caso in cui il comune di YYYYY rientrasse tra quelli i cui progetti siano istruiti dal gruppo o sezione a cui appartiene il dirigente tecnico de quo e potrebbe essere rimossa con lo spostamento del funzionario ad altro gruppo.
               In caso contrario, al fine di evitare l'incompatibilitÓ, occorrerebbe che l'ingegnere capo integrasse il proprio parere favorevole precisando che l'ing. XXXX non sarÓ addetto all'istruttoria di affari attinenti al comune di YYYYY.
               A' termini dell'art. 15 del regolamento approvato con D.P.Reg. 16 giugno 1998, n. 12 lo Scrivente acconsente fin d'ora alla diffusione del presente parere in relazione ad eventuali domande di accesso inerenti al medesimo.
               Codesta Amministrazione vorrÓ comunicare entro novanta giorni dalla ricezione, l'eventuale possibilitÓ che il parere stesso inerisca ad una lite, ovvero se intende differirne la pubblicazione sino all'adozione di eventuali provvedimenti amministrativi. Decorso tale termine senza alcuna comunicazione in tal senso si consentirÓ la diffusione sulla banca dati "FONS", conforme alla Circolare presidenziale dell'8 settembre 1998.
   

Regione Siciliana - Ufficio legislativo e legale
Ogni diritto riservato. Qualunque riproduzione, memorizzazione, archiviazione in sistemi di
ricerca ,anche parziale, con qualunque mezzo, è vietata se non autorizzata.
All rights reserved. Part of these acts may be reproduced, stored in a retrieval system or
transmitted in any form or by any means, only with the prior permission.

Ideazione grafica e programmi di trasposizione © 1998-1999 Avv. Michele Arcadipane