Repubblica Italiana
            Regione Siciliana
                       
Ufficio legislativo e legale
Via Caltanissetta 2/e (Palazzo Florio)
 90100 - Palermo    Tf. 091 6964806


Gruppo II                      210.98.11

OGGETTO: IndennitÓ di turnazione.

   
   
   
                        Direzione regionale del  personale e
                         dei servizi    generali
                                                                     S E D E

   
   1.          Con la suindicata nota codesta Direzione ha consultato lo Scrivente sulla questione in oggetto. In particolare, premesso che, coerentemente con l'articolazione dell'orario del servizio su 2 o 4 turni, ai sensi della lett. b) dell'allegato c) al D.P.Reg. n.11/1995, sono attualmente previsti due soli importi mensili, rispettivamente di L.160.000 e 300.000, si desidera conoscere se per l'ipotesi di articolazione su tre turni possa determinarsi in sede di contrattazione decentrata uno specifico importo ovvero debba procedersi ad attribuire l'indennitÓ di turnazione in una delle due misure giÓ previste e in quest'ultimo caso, quale importo vada scelto.
   
   2.          L'istituto della turnazione giÓ disciplinato dall'art.8 della L. 15 giugno 1988, n.11, risulta in atto regolato dalla lett. H dell'accordo quadro costituente l'allegato c del D.P. 20 gennaio 1995, n.11, che, come espressamente indicato dall'art.2 dello stesso decreto, sostituisce la precedente normativa legislativa in quanto ha ad oggetto una materia, l'articolazione dell'orario di lavoro, che la l.r. 19 giugno 1991, n.38 riserva alla fonte contrattuale.
               La succitata disposizione oltre a prevedere la possibilitÓ di istituire turni giornalieri di lavoro, che consistono nella rotazione ciclica degli addetti in prestabilite articolazioni d'orario, specifica che detta rotazione possa avvenire su due o quattro turni.
               Ora, poichŔ l'accordo quadro di che trattasi fissa ambiti e limiti entro i quali pu˛ svolgersi la contrattazione decentrata, si ritiene che in tale sede non possa pervenirsi ad articolare l'orario di servizio su tre turni se prima non sia stata modificata la vigente norma contrattuale di livello superiore.
               Conseguentemente, nessun problema di remunerazione pu˛, allo stato, essere affrontato dallo Scrivente.
   * * *

           Ai sensi dell'art.15, co. 2, del D.P. Reg. 16 giugno 1998, n.12, quest'Ufficio acconsente sin d'ora all'accesso presso codesta Amministrazione al presente parere da parte di eventuali soggetti richiedenti.
               Si ricorda poi che in conformitÓ alla circolare presidenziale dell'8 settembre 1998, n.16586/66.98.12, trascorsi 90 giorni dalla data di ricevimento del presente parere senza che codesta Amministrazione ne comunichi la riservatezza, lo stesso potrÓ essere inserito nella banca dati "FONS".
   
   

Regione Siciliana - Ufficio legislativo e legale
Ogni diritto riservato. Qualunque riproduzione, memorizzazione, archiviazione in sistemi di
ricerca ,anche parziale, con qualunque mezzo, è vietata se non autorizzata.
All rights reserved. Part of these acts may be reproduced, stored in a retrieval system or
transmitted in any form or by any means, only with the prior permission.

Ideazione grafica e programmi di trasposizione © 1998-1999 Avv. Michele Arcadipane