Gruppo     II                      /262.11.01

OGGETTO: D.P.R. 613/94 - Permessi per servizio di volontariato.

   
   
   
                                                           ASSESSORATO REGIONALE
                                                           DEI LAVORI PUBBLICI
                                                           Dipartimento lavori pubblici
                                                                         P A L E R M O
   
                                             e, p.c.    PRESIDENZA DELLA REGIONE
                                                           Dipartimento del personale e                                                         dei ss.gg. di quiescenza ed
                                                           assistenza del personale
                                                           Gruppo I
                                                                         P A L E R M O
   
                 1. Con la nota suindicata codesto Assessorato chiede l'avviso dello scrivente circa l'applicabilitÓ ad un dipendente in servizio presso l'Ufficio del Genio civile di XXXX dei benefici previsti dal D.P.R. 613/1994 per i servizi di volontariato resi dallo stesso presso la YYYY, nel corso del Giubileo 2000.
   
                 2. Sulla questione posta si osserva che dal tenore letterale della disposizione, i benefici previsti dall'art. 10 del D.P.R. 613/94, invocati dal dipendente de quo, peraltro con istanza presentata in sanatoria (come risulta dagli allegati alla richiesta cui si risponde) sembrano applicabili esclusivamente al caso di impiego di volontari in attivitÓ di soccorso ed assistenza in occasione di pubbliche calamitÓ o per le attivitÓ di simulazione di emergenza e di formazione tecnico pratica autorizzate preventivamente dal Dipartimento della protezione civile.
                 La ratio della norma di riferimento appare, infatti, finalizzata a favorire nelle emergenze o nella fase di addestramento per fronteggiare le emergenze ed in vista di un superiore interesse pubblico, l'esercizio di attivitÓ correlate a bisogni primari della popolazione in occasione di eventi calamitosi, senza che, per tale attivitÓ solidaristica, i volontari debbano soffrire decurtazioni del trattamento economico o essere costretti ad usufruire del congedo ordinario.
                 Ora, l'attivitÓ del dipendente in argomento, svolta presso la YYYY in occasione del Giubileo, ancorchŔ qualificabile come attivitÓ di volontariato di protezione civile, non Ŕ assimilabile all'attivitÓ disciplinata dal citato art. 10 del D.P.R. 613/94, non rivestendo il Giubileo natura di "Pubblica calamitÓ, necessaria per l'attribuzione dei benefici ivi previsti.
                 In ogni caso, trattandosi di interpretazione di normativa statale, che richiede l'uniforme applicazione su tutto il territorio nazionale, la suddetta richiesta pu˛ essere eventualmente sottoposta ai competenti organi dello Stato.
   

   *************


                 A' termini dell'art. 15, co. 2 del D.P.Reg. 16 giugno 1998, n. 12 lo scrivente acconsente sin d'ora all'accesso presso codesto Assessorato al presente parere da parte di eventuali soggetti richiedenti.
   
   
   
                 Si ricorda poi che, in conformitÓ alla circolare presidenziale dell'8 settembre 1998, n. 16586/66.98.12 trascorsi 90 giorni dalla data di ricevimento del presente parere senza che codesta Amministrazione ne comunichi la riservatezza, lo stesso potrÓ essere inserito nella banca dati "FONS".

                 

Regione Siciliana - Ufficio legislativo e legale
Ogni diritto riservato. Qualunque riproduzione, memorizzazione, archiviazione in sistemi di
ricerca ,anche parziale, con qualunque mezzo, è vietata se non autorizzata.
All rights reserved. Part of these acts may be reproduced, stored in a retrieval system or
transmitted in any form or by any means, only with the prior permission.

Ideazione grafica e programmi di trasposizione © 1998-2002 Avv. Michele Arcadipane
Revisione e classificazione curata da Avv. Francesca Spedale