REPUBBLICA ITALIANA
GAZZETTA UFFICIALE
DELLA REGIONE SICILIANA

PARTE PRIMA
PALERMO - VENERD╠ 3 NOVEMBRE 2006 - N. 51
SI PUBBLICA DI REGOLA IL VENERDI'

DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: VIA CALTANISSETTA 2/E - 90141 PALERMO
INFORMAZIONI TEL 7074930 - ABBONAMENTI TEL 7074926 INSERZIONI TEL 7074936 - FAX 7074927

AVVERTENZA
Il testo della Gazzetta Ufficiale Ŕ riprodotto solo a scopo informativo e non se ne assicura la rispondenza al testo della stampa ufficiale, a cui solo Ŕ dato valore giuridico. Non si risponde, pertanto, di errori, inesattezze ed incongruenze dei testi qui riportati, nŔ di differenze rispetto al testo ufficiale, in ogni caso dovuti a possibili errori di trasposizione

Programmi di trasposizione e impostazione grafica di :
Michele Arcadipane - Trasposizione grafica curata da: Alessandro De Luca - Trasposizioni in PDF realizzate con Ghostscript e con i metodi qui descritti

CIRCOLARI

ASSESSORATO DEI LAVORI PUBBLICI


CIRCOLARE 23 ottobre 2006.
Ripartizione dei fondi anno 2005. Legge 9 dicembre 1998, n. 431, art. 11. Fondo nazionale per il sostegno all'accesso delle abitazioni in locazione - Determinazione degli adempimenti per consentire ai conduttori di beneficiare dei contributi integrativi per l'anno 2005.

A TUTTI I COMUNI DELLA SICILIA
La presente circolare mira ad indicare direttive ed adempimenti per pervenire alla ripartizione tra i comuni della Sicilia della quota del Fondo nazionale per il sostegno all'accesso delle abitazioni in locazione che sarÓ attribuito da parte del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti alla Regione siciliana per l'anno 2005 (E 17.517.816,81).
A tal fine si richiamano le disposizioni impartite dal Ministero dei lavori pubblici con il decreto ministeriale 7 giugno 1999, - pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 167 del 19 luglio 1999 - ed, in particolare, i requisiti minimi che devono possedere i richiedenti i benefici previsti dalla legge 9 dicembre 1998, n. 431, art. 11:
1) reddito annuo imponibile complessivo del nucleo familiare non superiore alla somma di due pensioni minime INPS (per l'anno 2005 detto limite assomma E 10.931,18) rispetto al quale l'incidenza del canone di locazione non risulti inferiore al 14% (cosiddetta "fascia A"). Si rappresenta che il riferimento alle pensioni INPS non significa che la graduatoria di fascia a) sia riservata esclusivamente ai pensionati, ma include chiunque abbia un reddito inferiore al limite sopra riportato;
2) reddito annuo imponibile complessivo del nucleo familiare non superiore a quello determinato per l'assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica pari a E 12.807,13, rispetto al quale l'incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 24% (cosiddetta "fascia B").
Il reddito da assumere a riferimento Ŕ quello risultante dalla dichiarazione dei redditi anno 2005 e l'ammontare del canone va rilevato dal contratto di locazione;
3) contratto di locazione di unitÓ immobiliari, di proprietÓ pubblica o privata, debitamente registrato (con esclusione di quelli aventi categoria catastale A/1, A/8 e A/9 e di quelli locati esclusivamente per finalitÓ turistiche e di alloggi di edilizia economica e popolare con contratto di locazione ancora in corso con gli enti gestori di settore).
Ciascun comune dovrÓ, entro 30 giorni dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana, diramare apposito bando che assegni il termine non superiore a 60 giorni per la presentazione delle istanze da parte dei soggetti in possesso dei requisiti prima indicati.
Nel bando medesimo, i comuni dovranno fissare l'entitÓ dei contributi da corrispondere agli aventi diritto, secondo un principio di gradualitÓ che favorisca i nuclei familiari con redditi bassi e con elevate soglie di incidenza sul canone.
Subordinatamente alle disponibilitÓ finanziarie, il contributo massimo sarÓ commisurato in modo tale da ridurre al 14% l'incidenza del canone sul reddito per la fascia A, e del 24% per la fascia B.
In ogni caso il contributo predetto non potrÓ superare, rispettivamente, la somma di E 3.098,74 (L. 6.000.000) per le previsioni di cui alla fascia A e di E 2.324,05 (L. 4.500.000) per le previsioni di cui alla fascia B.
E' fatta salva la possibilitÓ dell'incremento del 25% del contributo o dei limiti di reddito per i casi previsti dall'art. 2, comma 4, del citato decreto del Ministero dei lavori pubblici 7 giugno 1999, che per˛ deve essere eventualmente specificato sulla scheda allegata alla presente circolare. In tal caso, ove il reddito medio dovesse superare il limite di E 10.931,18 o di E 12.807,13 per effetto di detto incremento dovrÓ essere specificato sulla scheda alla voce "note".
Inoltre, per i redditi da lavoro dipendente o assimilato e da lavoro autonomo, il reddito Ŕ diminuito per ogni figlio a carico, di E 516,45. Dopo la detrazione per i figli a carico, in caso di lavoro dipendente o assimilato, detto reddito va ulteriormente abbattuto del 40%. L'inclusione in graduatoria per i singoli beneficiari sia di fascia A che fascia B deve essere formulata dopo il calcolo degli abbattimenti di cui sopra.
L'accesso al contributo Ŕ aperto anche ai cittadini extracomunitari con regolare permesso di soggiorno, alle medesime condizioni dei cittadini residenti nel comune che diramerÓ il bando.
Appare opportuno precisare che le fattispecie relative a richiedenti privi di reddito o con incidenza del canone sul reddito superiore al 100% saranno equiparate alla misura massima del contributo fissata nella misura di E 3.098,74 e di E 2.324,05, come sopra riportato.
In merito alle dichiarazioni reddituali esposte, codesti comuni sono tenuti ad effettuare utile controllo a mezzo delle competenti autoritÓ e di tale adempimento dovrÓ esserne data ampia diffusione e dettagliato resoconto a questo dipartimento.
Ciascun comune, a seguito delle istruttorie eseguite sulle istanze acquisite, dovrÓ, nel termine dei 30 giorni successivi ai 60 giorni concessi per la presentazione delle istanze, trasmettere a questo dipartimento regionale lavori pubblici, servizio I - U.O.B. X - apposita scheda (conforme al facsimile allegato) riportante i dati nella stessa indicati.
Detta scheda, debitamente compilata dal funzionario individuato dall'Amministrazione competente e sottoscritta sotto la personale responsabilitÓ, dovrÓ pervenire, nei termini predetti, esclusivamente a mezzo posta raccomandata con l'espressa indicazione del contenuto del plico medesimo. Per la verifica del rispetto dei tempi sopra indicati, farÓ fede esclusivamente il timbro apposto sulla lettera dell'ufficio postale incaricato del recapito.
SarÓ cura di questo dipartimento provvedere tempestivamente all'assegnazione delle somme spettanti a ciascun comune che avrÓ trasmesso nei tempi sopra indicati la prescritta documentazione.
Si avverte che, in caso di inosservanza dei termini fissati, si procederÓ ugualmente al riparto delle somme solo in favore dei comuni che avranno ottemperato puntualmente agli adempimenti sopra indicati.
L'Assessore: CONSOLI



(2006.43.3203)048*


Torna al Sommariohome


MICHELE ARCADIPANE, direttore responsabile
FRANCESCO CATALANO, condirettoreMELANIA LA COGNATA, redattore

Ufficio legislativo e legale della Regione Siciliana
Gazzetta Ufficiale della Regione
Stampa: Officine Grafiche Riunite s.p.a.-Palermo
Ideazione grafica e programmi di
Michele Arcadipane
Trasposizione grafica curata da
Alessandro De Luca
Trasposizioni in PDF realizzate con Ghostscript e con i metodi qui descritti


Torna al menu- 41 -  23 -  56 -  1 -  55 -  66 -