REPUBBLICA ITALIANA
GAZZETTA UFFICIALE
DELLA REGIONE SICILIANA

PARTE PRIMA
PALERMO - VENERDÌ 30 GIUGNO 2006 - N. 32
SI PUBBLICA DI REGOLA IL VENERDI'

DIREZIONE, REDAZIONE, AMMINISTRAZIONE: VIA CALTANISSETTA 2/E - 90141 PALERMO
INFORMAZIONI TEL 7074930 - ABBONAMENTI TEL 7074926 INSERZIONI TEL 7074936 - FAX 7074927

AVVERTENZA
Il testo della Gazzetta Ufficiale è riprodotto solo a scopo informativo e non se ne assicura la rispondenza al testo della stampa ufficiale, a cui solo è dato valore giuridico. Non si risponde, pertanto, di errori, inesattezze ed incongruenze dei testi qui riportati, nè di differenze rispetto al testo ufficiale, in ogni caso dovuti a possibili errori di trasposizione

Programmi di trasposizione e impostazione grafica di :
Michele Arcadipane - Trasposizione grafica curata da: Alessandro De Luca - Trasposizioni in PDF realizzate con Ghostscript e con i metodi qui descritti

DECRETI ASSESSORIALI

ASSESSORATO DEL TURISMO, DELLE COMUNICAZIONI E DEI TRASPORTI


DECRETO 9 giugno 2006.
Graduatorie delle proposte di cui al bando per la realizzazione degli interventi previsti dal secondo Programma annuale di attuazione 2003 del Piano nazionale della sicurezza stradale - Azioni prioritarie.

IL DIRIGENTE GENERALE DEL DIPARTIMENTO REGIONALE TRASPORTI E COMUNICAZIONI

Visto lo Statuto della Regione;
Vista la legge regionale 15 maggio 2000, n. 10;
Visto il Programma d'azione comunitario 1997-2001, in materia di sicurezza stradale, che indica come obiettivo per gli Stati membri la riduzione del numero dei morti e dei feriti gravi a causa degli incidenti stradali del 50% entro il 2010;
Vista la disposizione contenuta nell'art. 32 della legge 17 maggio 1999, n. 144, che, in coerenza con i superiori indirizzi comunitari, ha istituito il Piano nazionale della sicurezza stradale - Azioni prioritarie (P.N.S.S.), finalizzato a ridurre il numero e gli effetti degli incidenti stradali;
Considerato che il 3° comma della citata disposizione prevede anche che il P.N.S.S. venga attuato attraverso programmi annuali predisposti dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti ed approvati dal Comitato per la programmazione economica (C.I.P.E.);
Vista la deliberazione n. 100/2002 del 29 novembre 2002, con la quale il CIPE ha approvato il Piano nazionale della sicurezza stradale - Azioni prioritarie ed il primo Programma annuale di attuazione 2002;
Vista la deliberazione n. 81/2003 del 13 novembre 2003, con la quale il CIPE ha approvato il secondo Programma annuale di attuazione 2003 del Piano nazionale della sicurezza stradale;
Vista la disposizione contenuta nell'art. 56 della legge 23 dicembre 1999, n. 488, che ha previsto il finanziamento degli interventi, in materia di sicurezza stradale, promossi dagli enti proprietari delle strade territorialmente competenti, sulla base dei programmi annuali di cui al precedente considerato;
Considerato che la predetta legge n. 488/99 ha autorizzato, per la realizzazione degli interventi di cui ante, un limite di impegno quindicennale di _ 20.658.276,00 per l'anno 2002, finalizzato all'accensione dei mutui da parte degli enti proprietari delle strade territorialmente competenti;
Considerato che il medesimo secondo Programma annuale di attuazione 2003 del P.N.S.S. prevede che il 25% dei fondi disponibili sull'esercizio finanziario 2002 sia gestito direttamente dallo Stato con cofinanziamenti a regioni, province e comuni, attraverso un bando nazionale, per interventi di rilevanza nazionale, ed il restante 75% sia, invece, ripartito tra le regioni attraverso bandi regionali destinati a province e comuni;
Visto il decreto ministeriale n. 4549 del 22 dicembre 2003, con il quale, al fine di attuare le iniziative e gli interventi previsti nel succitato secondo Programma annuale attuativo 2003 del P.N.S.S., è stata ripartita la prevista annualità di finanziamento dell'importo annuo di _ 15.493.707,00, pari al 75% dell'intera somma disponibile, tra le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sulla base dei criteri indicati nello stesso secondo Programma annuale attuativo 2003 del P.N.S.S.;
Considerato che, in base alla ripartizione disposta dal suddetto decreto, alla Regione siciliana è stata assegnata la somma di _ 1.277.179,00, quale prima annualità del citato limite di impegno quindicennale di cui all'art. 56 della legge n. 488/99;
Ritenuto che la superiore somma di _ 1.277.179,00 risulta incrementata dell'importo di _ 851.392,01, quale limite di impegno quindicennale, per effetto delle economie derivate dall'applicazione del primo Programma annuale di attuazione 2002 del P.N.S.S.;
Visto il decreto dipartimentale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti n. 316 del 19 febbraio 2004, con il quale è stata impegnata, in favore delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano, la suddetta spesa dell'importo di _ 15.493.707,00, quale limite di impegno quindicennale con decorrenza dall'anno 2004 fino all'anno 2018, al fine di permettere alle Regioni ed alle Province di Trento e Bolzano il pagamento delle rate dei mutui accesi dagli enti proprietari delle strade territorialmente competenti ed attuatori degli interventi;
Visto il decreto n. 10539/TT del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, recante criteri e modalità per l'accensione dei mutui previsti anche per il suddetto secondo Programma annuale di attuazione 2003 e finalizzati all'attuazione del Piano nazionale della sicurezza stradale;
Vista la disposizione contenuta nel comma 75 dell'art. 1, della legge 30 dicembre 2004, n. 311 ("Legge finanziaria 2005");
Considerato che, per la realizzazione degli interventi inerenti il secondo Programma annuale di attuazione 2003 del P.N.S.S., è previsto che le Regioni, in relazione alle specificità ed agli obiettivi locali, definiscano le procedure concorsuali o, eventualmente, le forme di concertazione per l'allocazione delle risorse ricadenti nel territorio di propria competenza;
Visto il bando per la realizzazione degli interventi previsti dal secondo Programma annuale di attuazione 2003 del Piano nazionale della sicurezza stradale - Azioni prioritarie, approvato con decreto n. 0037/serv. 7° del 28 febbraio 2005 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana, parte prima, n. 10 dell'11 marzo 2005, che, all'art. 6, ha previsto la costituzione, con decreto del dirigente generale del dipartimento trasporti e comunicazioni, di una commissione di valutazione, deputata alla valutazione tecnica dei progetti e all'individuazione delle priorità tra le proposte ammissibili a finanziamento, formata da sette componenti, cinque dei quali designati dal medesimo dipartimento, di cui due esperti, un componente indicato dall'Unione regionale province siciliane e uno dall'ANCI Sicilia;
Visto il decreto n. 786/serv. 7° Tr. del 5 ottobre 2005, con il quale è stata istituita la succitata commissione di valutazione, modificato successivamente con decreto n. 65/serv. 7° Tr. del 24 febbraio 2006;
Considerato che, in base al quinto comma del succitato art. 6 del bando, non verranno ammesse al finanziamento proposte che non raggiungano complessivamente un fattore globale della proposta pari almeno a trenta punti;
Considerato che, in base al successivo sesto comma del medesimo articolo, per ciascuna proposta non verranno ammessi a finanziamento interventi/attività che non raggiungano singolarmente un punteggio complessivo pari almeno a sessanta punti;
Vista la nota prot. n. 135/S. 7° del 30 maggio 2006, con la quale vengono trasmessi all'ufficio del Piano della sicurezza stradale i verbali e le graduatorie suddivise per tipologie di intervento e quella recante il cofinanziamento complessivo a carico del PNSS concesso agli enti proponenti;
Considerato che sono state ammesse al cofinanziamento, come previsto dal superiore bando, le proposte presentate dalle seguenti amministrazioni: comune di Mazara del Vallo (TP); comune di Aci Bonaccorsi (CT); comune di Gravina di Catania (CT); comune di Montevago (AG); comune di Caltagirone (CT); comune di Montelepre (PA); comune di Roccalumera (ME); Provincia regionale di Palermo; comune di Casteldaccia (PA); comune di Belpasso (CT); comune di Aci Sant'Antonio (CT); comune di Sant'Agata Li Battiati (CT); comune di Tremestieri Etneo (CT); comune di Balestrate (PA); comune di Riposto (CT); comune di Palermo e comune di Grammichele (CT);
Ritenuto che la proposta del comune di Marsala (TP), in quanto tardiva rispetto al termine perentorio previsto dal bando, risulta essere stata esclusa in fase di istruttoria e, quindi, non sottoposta alla commissione di valutazione;
Ritenuto, altresì, che non risultano finanziabili, ai sensi delle disposizioni contenute nel quinto e sesto comma del citato art. 6 del bando, le proposte presentate dalle seguenti amministrazioni: comune di Cefalù (PA); comune di Biancavilla (CT); comune di Militello in Val di Catania (CT); Provincia regionale di Siracusa (prot. n. 17119 del 12 maggio 2005); Provincia regionale di Siracusa (prot. n. 17107 del 12 maggio 2005); Provincia regionale di Trapani; comune di Acireale (CT); comune di Gela (CL) e comune di Termini Imerese (PA);
Ritenuto, per le proposte presentate dalle seguenti amministrazioni, di dover procedere con successivo provvedimento, ad un necessario supplemento d'istruttoria: Provincia regionale di Ragusa; comune di Caltanissetta; comune di Acicatena (CT); comune di Paternò (CT) - prot. n. 16980 del 10 maggio 2005; comune di Barrafranca (EN); comune di Paternò (CT) - prot. n. 16989 del 10 maggio 2005; comune di Monreale (PA); comune di Leonforte (EN); Provincia regionale di Catania; comune di Letojanni (ME); comune di Troina (EN); comune di Trapani; comune di Cinisi (PA); comune di Regalbuto (EN); comune di Galati Mamertino (ME); comune di Castelbuono (PA); comune di Grotte (CT); Provincia regionale di Messina; comune di Zafferana Etnea (CT); comune di Partanna (TP); comune di Viagrande (CT) e comune di Menfi (AG);

Decreta:


Art. 1

Per le finalità indicate in premessa, sono approvate le graduatorie delle proposte di cui al bando per la realizzazione degli interventi previsti dal secondo Programma annuale di attuazione 2003 del Piano nazionale della sicurezza stradale - Azioni prioritarie, approvato con decreto n. 0037/serv. 7° Tr. del 28 febbraio 2005, predisposte dalla commissione di valutazione istituita con decreto n. 786/Serv. 7° Tr. del 5 ottobre 2005, modificato con successivo decreto n. 0065/Serv. 7° Tr. del 24 febbraio 2006; dette graduatorie costituiscono parte integrante del presente decreto come allegati A1, A2, A3, A4, A5, A6, A7 e A8, relative, rispettivamente, agli interventi di cui alle lettere a), b), c), d), e), g), h) ed i) dell'art. 3 del bando di cui sopra.
Costituisce, altresì, parte integrante del presente decreto l'allegato A9 relativo al cofinanziamento complessivo a carico del PNSS concesso agli enti attuatori.

Art. 2

Sono ammessi al cofinanziamento previsto dal suddetto bando gli interventi riportati nelle graduatorie di cui al precedente articolo, per un importo complessivo di cofinanziamento di _ 2.366.859,26, che viene assegnato sotto forma di impegno quindicennale, riferito alle proposte presentate dalle seguenti amministrazioni: comune di Mazara del Vallo (TP); comune di Aci Bonaccorsi (CT); comune di Gravina di Catania (CT); comune di Montevago (AG); comune di Caltagirone (CT); comune di Montelepre (PA); comune di Roccalumera (ME); Provincia regionale di Palermo; comune di Casteldaccia (PA); comune di Belpasso (CT); comune di Aci Sant'Antonio (CT); comune di Sant'Agata Li Battiati (CT); comune di Tremestieri Etneo (CT); comune di Balestrate (PA); comune di Riposto (CT); comune di Palermo e comune di Grammichele (CT).

Art. 3

E' esclusa dal cofinanziamento la proposta del comune di Marsala (TP), in quanto tardiva rispetto al termine perentorio previsto dal bando.

Art. 4

Sono escluse, altresì, dal cofinanziamento, ai sensi delle disposizioni contenute nel quinto e sesto comma del citato art. 6 del bando, le proposte presentate dalle seguenti amministrazioni: comune di Cefalù (PA); comune di Biancavilla (CT); comune di Militello in Val di Catania (CT); Provincia regionale di Siracusa (prot. n. 17119 del 12 maggio 2005); Provincia regionale di Siracusa (prot. n. 17107 del 12 maggio 2005); Provincia regionale di Trapani; comune di Acireale (CT); comune di Gela (CL) e comune di Termini Imerese (PA).

Art. 5

Relativamente alle proposte presentate dalle sottoelencate amministrazioni, definito il riesame della documentazione, questa Amministrazione comunicherà alle stesse le proprie determinazioni: Provincia regionale di Ragusa; comune di Caltanissetta; comune di Acicatena (CT); comune di Paternò (CT) - prot. n. 16980 del 10 maggio 2005; comune di Barrafranca (EN); comune di Paternò (CT) - prot. n. 16989 del 10 maggio 2005; comune di Monreale (PA); comune di Leonforte (EN); Provincia regionale di Catania; comune di Letojanni (ME); comune di Troina (EN); comune di Trapani; comune di Cinisi (PA); comune di Regalbuto (EN); comune di Galati Mamertino (ME); comune di Castelbuono (PA); comune di Grotte (CT); Provincia regionale di Messina; comune di Zafferana Etnea (CT); comune di Partanna (TP); comune di Viagrande (CT) e comune di Menfi (AG).

Art. 6

L'assegnazione della quota di cofinanziamento a carico del PNSS, che verrà concessa agli enti attuatori, è subordinata al rispetto delle procedure tecnico-amministrative previste nelle disposizioni contenute nel più volte citato bando e all'osservanza delle disposizioni contenute nel comma 75 dell'art. 1 della citata legge 30 dicembre 2004, n. 311 ("Legge finanziaria 2005").
Le modalità d'erogazione relative alle quote di cofinanziamento a carico del PNSS, destinate agli enti attuatori, verranno disciplinate da successivi provvedimenti.
Il presente decreto sarà trasmesso, per la registrazione, alla ragioneria centrale dell'Assessorato del turismo, delle comunicazioni e dei trasporti e, successivamente, sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana e reso disponibile nel sito internet del dipartimento trasporti e comunicazioni (www.regione.sicilia.it/turismo/trasporti).
Palermo, 9 giugno 2006.
  FALGARES 



Cliccare qui per visualizzare gli allegati in formato PDF



(2006.24.1946)
Torna al Sommariohome



110*


MICHELE ARCADIPANE, direttore responsabile
FRANCESCO CATALANO, condirettoreMELANIA LA COGNATA, redattore

Ufficio legislativo e legale della Regione Siciliana
Gazzetta Ufficiale della Regione
Stampa: Officine Grafiche Riunite s.p.a.-Palermo
Ideazione grafica e programmi di
Michele Arcadipane
Trasposizione grafica curata da
Alessandro De Luca
Trasposizioni in PDF realizzate con Ghostscript e con i metodi qui descritti


Torna al menu- 10 -  3 -  12 -  20 -  64 -  15 -